Visita Medico Sportiva Agonistica

In base al Decreto Ministeriale 18/02/1982 le visite sportive per attività agonistica si suddividono in due tipologie:

  • la visita tipo A, che prevede l’elettrocardiogramma a riposo;
  • la visita tipo B, che prevede l’elettrocardiogramma sotto sforzo e dopo lo sforzo, è quella eseguita più di frequente ed è necessaria per la maggior parte degli sport.

La visita medico sportiva per attività agonistica prevede l'anamnesi generale (esame obiettivo, peso, altezza, esame visivo), la spirometria, l'esame delle urine.

Per squadre e gruppi sono previste agevolazioni.

  • Visita medico sportiva agonistica minori anni 18
  • Visita medico sportiva agonistica dai 18 ai 34 anni compiuti
  • Visita medico sportiva agonistica dai 35 anni compiuti (test al cicloergometro).
La Visita Medico Sportiva e il rilascio del Certificato Medico Sportivo

La Visita Medico Sportiva serve a valutare l'idoneità di un individuo all'attività sportiva.

Il medico, in seguito alla visita, decide di rilasciare o meno un certificato medico di idoneità

All’avvio dei corsi, tutte le palestre e le società sportive richiedono il certificato medico sportivo ad atleti, tesserati e iscritti, a tutti i livelli, in modo da tutelare gli sportivi e le società stesse. 

Certificato medico obbligatorio per l'attività agonistica

Il certificato medico sportivo è sempre obbligatorio per chi svolge attività agonistica.
(Decreto del Ministero della Sanità, 02/1982)

L'attività agonistica è l'attività sportiva praticata in maniera continuativa, organizzata da Federazioni sportive nazionali, da enti di promozione sportiva riconosciuti dal Coni o dal Ministero dell’Istruzione.