Endocrinologia

Endocrinologia

L'Endocrinologia si occupa dello studio delle ghiandole a secrezione interna e degli ormoni in relazione alla loro natura, produzione e azione.

L'Endocrinologia si occupa dello studio delle ghiandole a secrezione interna e degli ormoni in relazione alla loro natura, produzione e azione.
Le ghiandole a secrezione interna rilasciano il proprio prodotto di secrezione nei fluidi circolanti: tiroide, paratiroidi, epifisi, timo, ipofisi, ghiandole surrenali, pancreas endocrino, ghiandola interstiziale dell'ovaio, ghiandola interstiziale del testicolo.

L’Endocrinologo si occupa di diagnosticare e trattare diversi disturbi e patologie che colpiscono le ghiandole a secrezione interna.

Le patologie trattate più spesso dall'endocrinologo sono:
- Disturbi metabolici
- Infertilità
- Malattie della tiroide
- Tumori delle ghiandole endocrine
- Diabete
- Ipertensione
- Colesterolo - lipoproteine (LDL)
- Problemi connessi con la pubertà (precoce o ritardata)
- Eccessiva o insufficiente produzione ormonale
- Menopausa
- Fragilità ossea ed osteoporosi
 
Lo specialista effettua la diagnosi di molte patologie e può gestire disfunzioni ormonali, carenze o eccesso di sostanze che possono essere la causa di patologie croniche.
Lo strumento principale dell'endocrinologo è il test di laboratorio, utilizzato molto più di frequente rispetto ad altre branche specialistiche. 
Utilizzando agenti stimolanti o inibenti, l’endocrinologo indaga il funzionamento della ghiandola coinvolta, e sottopone poi il sangue del paziente ad analisi specifiche per verificare eventuali alterazioni provocate dalla sostanza somministrata.
Un altro importante strumento al servizio dell'endocrinologo è la diagnostica per immagini, attraverso la quale è possibile visualizzare gli organi endocrini e rivelare la presenza di eventuali anomalie.

È bene chiedere una visita endocrinologica:
- se i test di laboratorio hanno rilevato anomalie tali da far pensare a squilibri endocrini;
- nel caso in cui si conviva con una malattia endocrina da tempo e si manifestino nuovi sintomi oppure insorgano problemi nella gestione della patologia; 
- laddove si avverta la necessità di avere un secondo parere sulla diagnosi o sulla cura della propria malattia endocrina.