Angiologia

Angiologia

L’Angiologia si occupa della diagnosi e cura delle malattie a carico dell’apparato circolatorio e linfatico. Il medico specialista Angiologo è di fondamentale importanza per la prevenzione, diagnosi e terapia delle patologie dei vasi sanguigni arteriosi, venosi e linfatici.

L’Angiologia si occupa della diagnosi e cura delle malattie a carico dell’apparato circolatorio e linfatico.

Le malattie venose sono molto diffuse nella popolazione, spesso dipendono da un fattore genetico, e fortunatamente non sempre portano a conseguenze drammatiche.
I disturbi più comuni riguardano l’insufficienza venosa e delle varici, mentre la patologia più grave è la trombosi venosa profonda, che provoca 100.000 morti l’anno per embolia polmonare; per questo motivo la prevenzione è di fondamentale importanza.

Il medico specialista Angiologo è di fondamentale importanza per la prevenzione, diagnosi e terapia delle patologie dei vasi sanguigni arteriosi, venosi e linfatici quali l’aterosclerosi e le trombosi.
L’Angiologo interviene per curare le manifestazioni di malattia dagli stadi iniziali agli stadi più avanzati delle patologie conclamate ostruttive del sistema arterioso, delle patologie del sistema venoso e delle patologie del sistema linfatico che possono portare a linfedemi (primitivi e secondari) anche cronici ed invalidanti.

Le patologie diagnosticate e trattate dall’angiologo più di frequente sono:
- malattia venosa cronica, anche chiamata insufficienza venosa;
- varici degli arti inferiori;
- flebiti e trombosi venose profonde;
- ulcere degli arti inferiori.

L’indagine più utilizzata per la diagnosi di queste malattie è l’ecocolordoppler, lo strumento diagnostico che è parte integrante della visita angiologica.